SEMINARIO ARCIVESCOVILE DI MONREALE

La Biblioteca "Ludovico II De Torres" del Seminario arcivescovile di Monreale è stata fondata nel 1591 dal card. Ludovico II De Torres, arcivescovo di Monreale dal 1588 al 1609.

Sito Anagrafe Biblioteche Italiane



24November Storie di Libri tra Palermo e Monreale... Biblioteca De Torres

 

VISITA GUIDATA

26 novembre 2016 "Storie di Libri tra Palermo e Monreale"
Palazzo reale di Guglielmo II e Biblioteca "Ludovico II De Torres" del Seminario arcivescovile di Monreale.

Di seguito gli orari: 
10.30 - 12.00 - 15.00 - 16.30 - 21.30 - 22.30
(Gruppi di max 30 persone)

Avrete la possibilità di ammirare il più antico codice manoscritto dell'epoca normanna custodito a Monreale, manoscritti medievali e codici miniati di straordinaria fattura, incunaboli e cinquecentine... si dipanerà attraverso gli inchiostri e le pergamene la storia di Monreale, dei re, degli arcivescovi e delle personalità che l'hanno resa illustre.

Vi attendiamo!!!

 
22June San Filippo Neri e il Seminario di Monreale: dalle "Regole" al Progetto educativo

Nella Vita del venerabile servo di Dio Annibale d’Afflitto arcivescovo di Reggio, edita a Roma dal gesuita Giuseppe Fozi nel 1681, al cap. IX si legge: «E perché havea saputo, che Monsignor di Torres Arcivescovo di Monreale, e poi Cardinale, havea fatto stampare col consiglio, & indirizzo di S. Filippo Neri le Regole per il suo Seminario, ne volle copia; e affinche se ne mantenesse viva l’osservanza, spesso le facea leggere à Tavola». Annibale D’Afflitto fu arcivescovo di Reggio Calabria dal 1593 al 1638 e si prodigò non poco per istituire il suo Seminario diocesano, ispirandosi a quello di Monreale, fondato da Ludovico II De Torres nel 1590. Il dato che apprendiamo nella sua Vita fa menzione delle Regole del Seminario di Monreale che il card. De Torres fece stampare nell’anno 1600 a Roma con i tipi di Luigi Zanetti, il suo tipografo di riferimento, presso il quale stampò anche la sua famosa Historia della Chiesa di Monreale (1596), con lo pseudonimo di Gio. Luigi Lello.

Read more:
 
19January Presentazione degli SCRITTI della Beata Pina Suriano (1915-1950)

La Biblioteca "Ludovico II De Torres" del Seminario Arcivescovile di Monreale è lieta di presentare l'Edizione critica degli Scritti della Beata Pina Suriano.

A coronamento di due importanti anniversari, il decennale della beatificazione (2014) e il centenario della nascita (2015) di Pina Suriano, si presenta adesso l'Edizione critica degli Scritti della beata.

Lunedì 1 febbraio 2016, alle ore 16.00, presso la Sala "Lucia Gianì" di Partinico, verrà presentata l'Edizione critica degli SCRITTI della Beata Pina Suriano. L'opera inaugura la collana "Scripta manent" della Biblioteca "Ludovico II De Torres" del Seminario Arcivescovile di Monreale, ed è stata curata dal direttore, don Giuseppe Ruggirello, e da Giovanna Parrino, Presidente diocesano di Azione Cattolica Monreale.

La nuova collana vuole portare alla luce le carte manoscritte delle figure più insigni dell'Arcidiocesi di Monreale, per favorirne la conoscenza e lo studio. E si avvia proprio con le lettere, i diari, gli appunti, i pensieri spirituali della Beata Pina Suriano (1915-1950), laica e dirigente di Azione Cattolica. Si tratta di un'opera corposa (848 pagine), corredata delle note critiche al testo, di un'appendice documentaria, degli indici dei nomi, dei luoghi e delle citazioni bibliche. Hanno contribuito alla pubblicazione: l'Arcidiocesi di Monreale, l'Azione Cattolica diocesana, la Scuola Teologia Di Base, il Santuario della Beata Pina Suriano e la Confraternita della beata.

Vi aspettiamo!

 
08December Inchiostro e colore: un progetto rivolto alle scuole

INCHIOSTRO E COLORE

Cattedrale di Monreale, Biblioteca del Seminario Arcivescovile di Monreale e Archivio Storico Diocesano propongono alle Scuole dei Comuni dell’Arcidiocesi l’iniziativa “Inchiostro e Colore”. “Ciò che nelle pergamene è inchiostro, nelle icone diventa colore”: in tal senso scrittura e immagine compongono un unicum consegnato all’intelligenza dell’uomo. Duplice è la finalità: narrare la bellezza, cercare la verità; infatti, un Libro, la Scrittura, ispira tanto gli splendidi mosaici della Cattedrale d’Oro, quanto i preziosi volumi della Biblioteca “Ludovico II De Torres”. Il percorso prosegue ancora in Archivio tra le trame della storia degli uomini che si intreccia  con la storia della salvezza. Pertanto, seguire il filo della memoria che si dipana attraverso le carte custodite dall’Archivio Storico, consente di poter intravedere il transitus Domini nello scorrere dei secoli e dei fiumi d’inchiostro. Bellezza e verità, tra carte, libri ed icone, nell’intreccio sapiente di tessere e parole, significa trasmettere alle nuove generazioni ciò che a noi è stato trasmesso. Cattedrale, Biblioteca ed Archivio: la “via pulchritudinis” incrocia la “via veritatis” e conduce l’uomo, cercatore inesausto di verità e di bellezza, allo stupore della contemplazione orante. “La bellezza, come la verità, è ciò che infonde gioia al cuore degli uomini, è quel frutto prezioso che resiste al logorio del tempo, che unisce le generazioni e le fa comunicare nell’ammirazione” (Paolo VI): il desiderio di bellezza e di verità dice tutta l’apertura al Trascendente del cuore di ogni uomo. “Inchiostro e Colore” vuole fornire ai giovani l’alfabeto per decodificare un messaggio che è affidato alla bella-grafia: per comprendere e tornare a stupirci delle nostre comuni radici cristiane.

Scarica il depliant

Read more:
 
Prev12Next

Mettiti in contatto con noi