SEMINARIO ARCIVESCOVILE DI MONREALE

Gli articoli di questa rubrica sono pubblicati mensilmente
nella seconda pagina del periodico diocesano "Giorn8tto"



31January La fraternità e il gesto di Caino

“Il gesto di Caino rivela che la fratellanza non è mai – come del resto, il processo di filiazione – un evento di sangue”. Così si esprime lo psicoanalista Massimo Recalcati in uno dei suoi ultimi libri, dal significativo titolo “Il gesto di Caino” (Einaudi, 2020). L’esperienza della prima coppia di fratelli, di cui ci narra la Scrittura, diventa paradigmatica di una realtà costitutiva di ogni uomo: l’essere in relazione e il suo non potersi sottrarre all’alterità dell’Altro e del fratello. Per questo Dio chiede a Caino: “Dov’è Abele, tuo fratello?” (Gn 4,9), il cui sangue innocente grida al suo cospetto. Il rifiuto dell’alterità e l’odio fratricida si celano dietro la risposta: “Non lo so. Sono forse io il custode di mio fratello?”. La relazione con Dio, che Caino cercava in modo egoistico e narcisista, muore con la morte del fratello; eppure Dio non desidera la morte di Caino e con paternità gli rivolge la parola. L’esperienza dell’erranza raminga di Caino si trasformerà in un percorso di crescita e di rinascita, sebbene la terra continui ad essere ancora intrisa del sangue di suo fratello. Poteva evitarsi?

Read more:
 
28January La santificazione è un cammino comunitario da fare a due a due (GE, 141)

La vocazione non è mai soltanto “mia” ma contiene sempre un “noi”: la santità, la vita è sempre spesa insieme a qualcuno. E questo è un elemento essenziale di ogni vocazione nella Chiesa, che ne esprime anche l’originalità: far coincidere il compimento della persona con la realizzazione della comunità.

Non a caso la tematica proposta dall’Ufficio Nazionale per la pastorale delle vocazioni per l’anno pastorale 2020-2021 si ispira ad una espressione di papa Francesco, contenuta nella Esortazione Apostolica Gaudete et exsultate: “la santificazione è un cammino comunitario, da fare a due a due” (n. 141). Lo stesso Pontefice ci ha ricordato che la vocazione nasce dall’incontro con Gesù e solo se egli è riconosciuto come “il meglio della vita” è possibile decidere di “darsi” per amore nel servizio dei fratelli.

La pandemia da Covid-19 ha senz’altro fatto emergere una consapevolezza sottolineata anche da papa Francesco in quel momento indimenticabile di preghiera del 27 marzo 2020: “ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca”. L’immagine è forte e tutti ne abbiamo sentito l’efficacia!

Read more:
 
20January Nuove voci su Wikipedia

Chi almeno una volta non ha cercato qualcosa su Wikipedia? Oppure non ha trovato immediatamente delle informazioni, tra i primi siti in testa ai motori di ricerca, relativi ad una voce wiki della “enciclopedia online, libera e collaborativa, disponibile in oltre 300 lingue”?

Il 15 gennaio 2021 Wikipedia (WP) ha compiuto 20 anni di attività e attualmente solo in italiano conta più di un milione e mezzo di voci. Da circa 13 anni ho profilo personale su WP e nel mio piccolo ho cercato di contribuire al progetto globale, provando ad arricchire l’enciclopedia online con nuove voci. È un’operazione semplice ma non banale, perché bisogna dimostrare alla community di Wikipedia e ai censori, veri e propri guardiani di WP, la genuinità delle informazioni, documentando le modifiche o i nuovi inserimenti, mediante l’uso di una sintassi e di regole ben precise. Non di rado capita che una nuova voce venga cancellata, perché ritenuta “non enciclopedica”, o venga proposta una votazione per la sua cancellazione. Insomma, chi ritiene che le informazioni su Wikipedia siano prive di controllo, si sbaglia. È ovvio che chiunque possa “vandalizzare” o “sporcare” una voce, essendo una enciclopedia libera e basata sulla collaborazione volontaria di tutti, ma in maniera tempestiva un “controllore” andrà a verificare cosa è successo, anche in meno di 60 secondi.

Read more:
 
06January Il Vangelo raccontato ai ragazzi

La pandemia da Covid-19 sta segnando profondamente il nostro tempo e la vita quotidiana di ciascuno. Dalla famiglia alla scuola, dal mondo del lavoro al tempo libero, ogni ambito della società è costretto a fare i conti con qualcosa di inaudito e di sconosciuto. In questo scenario, che per molti aspetti ricorda quello proposto da tanti film apocalittici, la vita dell’uomo sta subendo profondi cambiamenti, sia nelle abitudini che nei comportamenti, quanto al rispetto reciproco delle regole e delle norme anti contagio. Anche la vita della Chiesa non fa eccezione.

Read more:
 
05January Il quadro di San Pietro, uno dei due Patroni del Seminario

All’inizio del mese di dicembre abbiamo ricevuto un dono atteso e desiderato, portatoci dalle mani del suo artista, don Francesco Giannola, arciprete parroco di Balestrate: un quadro olio su tavola raffigurante l’apostolo San Pietro. Un dono per il nostro Seminario arcivescovile di Monreale, che 430 anni veniva fondato dal card. Ludovico II De Torres il 1° agosto 1590, il quale lo poneva sotto la protezione dei prìncipi degli apostoli, i Santi Pietro e Paolo.

Desideriamo rivolgere un ringraziamento particolare a don Francesco per averlo ideato, dipinto con grande maestria e per averne fatto dono con una bella cornice al Seminario, in cui lui stesso si è formato.

Grazie anche per il brano biblico che ha scelto di indicarci e che accompagna il quadro, tratto proprio dalla Prima Lettera di San Pietro: “Pascete il gregge di Dio che vi è stato affidato... con animo generoso... facendovi modelli del gregge” (1Pt 5,2-4).

San Pietro ci sia modello nella sequela di Cristo e nel servizio ai fratelli ...e adesso attendiamo con gioia anche San Paolo!

 
09November Il Convitto dei Chierici rossi e il Millunzi

Volendo celebrare il centenario della morte del can. Gaetano Millunzi, che ha avuto il suo inizio con la S. Messa di suffragio dello scorso 12 settembre, presieduta dall’arcivescovo mons. Pennisi alla presenza dei seminaristi e delle autorità civili e militari nella Cappella di San Castrense all’interno del nostro Duomo, di cui proprio il Millunzi fu parroco, appare opportuno soffermarci brevemente su un aspetto che ha segnato la sua vita e il suo ministero: l’educazione dei giovani e la formazione dei candidati al presbiterato.

Infatti, Gaetano Millunzi dal 1891 fino al 1920, anno della sua tragica morte, ricoprì la carica di Rettore del Convitto dei Chierici Rossi, di professore e direttore delle Scuole arcivescovili. Già nel 1882 era stato nominato Vice Rettore del Convitto dall’arcivescovo Giuseppe Papardi, che tanto si spese per la riforma del Seminario arcivescovile, compilando e pubblicando delle nuove Regole. Sarà però l’arcivescovo Domenico Gaspare Lancia di Brolo a nominare Rettore del Convitto il Millunzi nel 1891.

Chi erano i Chierici Rossi?

Read more:
 
17May Il Seminario in tempo di pandemia

Raramente capita di potersi fermare a riflettere sulla verità di una espressione, che è in fondo anche un cardine di un progetto formativo, quanto in un momento critico che ti “costringe” a ripensare gli schemi e le strutture consuete: il Seminario è un “tempo” e un “luogo” di discernimento vocazionale. Al numero 2.1 del nostro Progetto educativo si legge: “Il Seminario è, quindi, una armoniosa sintesi di luogo, come spazio di accoglienza delle differenze, e di tempo, come kairòs, cioè tempo di grazia, di pienezza”. Il Coronavirus ci ha colti di sorpresa e da quel 13 marzo non siamo più ritornati alla normalità della nostra vita di Seminario.

Read more:
 
10May Un video per la GIORNATA DEL SEMINARIO 2020

 

La V Domenica di Pasqua si celebra annualmente la Giornata del Seminario Arcivescovile di Monreale. Quest'anno la pandemia da Covid-19 ci impedisce di poter animare questa domenica nelle parrocchie della nostra diocesi, poiché anche i seminaristi sono in famiglia già da 2 mesi. Per questo, abbiamo pensato di raggiungere tutti attraverso i volti e le parole dei nostri seminaristi, che ci regalano qualche aspetto della loro storia vocazionale e consentono ai giovani in discernimento di comprendere in che modo si sono fidati dell'invito del Signore Gesù a seguirlo più da vicino, da discepoli, rispondendo il loro "Eccomi" alla chiamata al sacerdozio ministeriale.

Read more:
 
Prev123456Next

Mettiti in contatto con noi