SEMINARIO ARCIVESCOVILE DI MONREALE

Gli articoli di questa rubrica sono pubblicati mensilmente
nella seconda pagina del periodico diocesano "Giorn8tto"



19August Mi fido di te!

"Mi fido di te!" È questo il titolo dell'evento dell'Anno della fede rivolto a seminaristi, novizi, novizie e di quanto sono in cammino vocazionale, dal 4 al 7 luglio a Roma!


E perciò mi faccio pellegrino …verso la Città eterna...

Anche noi siamo qui, pronti all’appuntamento, dopo un lungo viaggio col nostro pulmino! Nel pomeriggio del 4 ci siamo recati in pellegrinaggio alla tomba di Pietro. Dopo l'inizio ai Giardini di Castel Sant’Angelo, il corteo si è sviluppato per tutta via della Conciliazione per terminare sul Sagrato di san Pietro. Dopo aver fatto, sotto l'obelisco, la Professione di fede, ciascuno secondo la propria lingua, siamo entrati in Basilica fino all’Altare della Confessione, dove si trova la tomba dell’Apostolo. Usciti nuovamente fuori, abbiamo ascoltato una riflessione del Card. A. Comastri, il quale rivolgendosi a circa 5.000 giovani ha detto: "Siate testimoni della bellezza della fedeltà. Proprio la fedeltà è il miglior regalo che possiate fare agli uomini contemporanei che vivono sempre di più le scelte della vita a scadenza".

 

Read more:
 
21April Luce da Luce

La luce è tra le esperienze dell’uomo quella che più parla di Dio e del modo in cui si manifesta, in un linguaggio che sia umanamente comprensibile e che superi ogni resistenza al suo dirsi e darsi. La Chiesa di Monreale ha iscritta nella sua genesi questa inenarrabile vocazione: la luce è stata come imprigionata nei suoi mosaici, in modo da rendere i suoi figli tessere di pietra e luce, perché siano narrazione della gloria di Dio. La luce istoriata, infatti, sfugge ai limiti del tempo, perché il suo messaggio di eternità corre più veloce della luce. Nemmeno il fuoco di un incendio ha oscurato tanta bellezza, né i peccati di un popolo potranno mai gettare le loro lunghe ombre fino a ostacolare la luce nella sua corsa.

Read more:
 
21April Il Seminario, istituzione primaria della diocesi

Il direttorio per il ministero pastorale dei Vescovi, Apostolorum Successores, emanato dalla Congregazione per i Vescovi il 22 febbraio 2004, festa della Cattedra di S. Pietro, dedica il Cap. IV al ministero del Vescovo nella Chiesa Particolare e al par. V, nn. 84-91, tratta del Seminario, definendolo “istituzione primaria della diocesi” e raccomanda al Vescovo di farne “oggetto delle cure più intense e assidue del suo ufficio pastorale, perché dai Seminari dipendono in gran parte la continuità e la fecondità del ministero sacerdotale della Chiesa” (n. 84).

Read more:
 
27February Amala e muori per lei

Niente al di fuori di ciò che riguardi il bene della Chiesa può darci la misura di un gesto di cui, nonostante lo stupore e lo smarrimento, adesso non ci è lecito coglierne il senso. Eppure, le dimissioni di papa Benedetto XVI corrono il rischio dell’indifferenza ad un grido tanto sordo quanto accorato di chi ci chiede di amare la Chiesa come lo Sposo la ama: non risparmiando niente di sé, morendo per la sposa.

Tale rinuncia appare come il tentativo estremo di mettere la chiesa, i suoi pastori anzitutto, di fronte alla gravità del momento. Mercoledì delle Ceneri Benedetto XVI ha detto che “molti sono pronti a ‘stracciarsi le vesti’ di fronte a scandali e ingiustizie – naturalmente commessi da altri –, ma pochi sembrano disponibili ad agire sul proprio ‘cuore’, sulla propria coscienza e sulle proprie intenzioni”. E, se non bastasse, ha stigmatizzato “l’ipocrisia religiosa, il comportamento che vuole apparire, gli atteggiamenti che cercano l’applauso e l’approvazione. Il vero discepolo non serve se stesso o il ‘pubblico’, ma il suo Signore, nella semplicità e nella generosità”.

Read more:
 
Prev123456789Next

Mettiti in contatto con noi