SEMINARIO ARCIVESCOVILE DI MONREALE



09November Il Convitto dei Chierici rossi e il Millunzi

Volendo celebrare il centenario della morte del can. Gaetano Millunzi, che ha avuto il suo inizio con la S. Messa di suffragio dello scorso 12 settembre, presieduta dall’arcivescovo mons. Pennisi alla presenza dei seminaristi e delle autorità civili e militari nella Cappella di San Castrense all’interno del nostro Duomo, di cui proprio il Millunzi fu parroco, appare opportuno soffermarci brevemente su un aspetto che ha segnato la sua vita e il suo ministero: l’educazione dei giovani e la formazione dei candidati al presbiterato.

Infatti, Gaetano Millunzi dal 1891 fino al 1920, anno della sua tragica morte, ricoprì la carica di Rettore del Convitto dei Chierici Rossi, di professore e direttore delle Scuole arcivescovili. Già nel 1882 era stato nominato Vice Rettore del Convitto dall’arcivescovo Giuseppe Papardi, che tanto si spese per la riforma del Seminario arcivescovile, compilando e pubblicando delle nuove Regole. Sarà però l’arcivescovo Domenico Gaspare Lancia di Brolo a nominare Rettore del Convitto il Millunzi nel 1891.

Chi erano i Chierici Rossi?

Read more:
 
17May Il Seminario in tempo di pandemia

Raramente capita di potersi fermare a riflettere sulla verità di una espressione, che è in fondo anche un cardine di un progetto formativo, quanto in un momento critico che ti “costringe” a ripensare gli schemi e le strutture consuete: il Seminario è un “tempo” e un “luogo” di discernimento vocazionale. Al numero 2.1 del nostro Progetto educativo si legge: “Il Seminario è, quindi, una armoniosa sintesi di luogo, come spazio di accoglienza delle differenze, e di tempo, come kairòs, cioè tempo di grazia, di pienezza”. Il Coronavirus ci ha colti di sorpresa e da quel 13 marzo non siamo più ritornati alla normalità della nostra vita di Seminario.

Read more:
 
Prev12345678910Next

Mettiti in contatto con noi